3 - Valle Idice

Val di Zena

La parte bassa della mappa è interessata dal Parco dei Gessi Bolognesi, di cui si sono evidenziati i confini. Rilevante interesse naturalistico, affioramenti di minerale di gesso e presenze di forme carsiche superficiali e sotterranee.

Punti di maggiore interesse

 

Sulla traversale di via dei Palazzetti, che collega San Lazzaro all’Idice

  • chiesetta di Fosse di Sotto, notevole per la sua originale ricerca prospettica

Madonna di Pizzocalvo

  • accesso al parco Molino Grande

In comune di Ozzano

  • Chiesa di S. Cristoforo con importanti tele del sei-settecento
  • Chiesa di S. Andrea con Natività (scuola del Sonnacchini)

Lungo la S.P. 36 “fondovalle Torrente Zena”

  • Nella zona Farneto
    • Chiesa di S. Lorenzo del 1281
    • Vena del gesso
    • Grotte del Farneto
    • Castello di Zena XII sec.
    • Torre dell’Erede
  • Monte Bibele
    • Resti del IV sec. a.c. (area archeologica)
    • Prima di Zena a sinistra (a cavallo fra lo Zena e l’Idice)
    • Monte delle Formiche
    • Conglomerato miocenico
    • Chiesa di S. Maria di Zena, nota per le formiche alate: maschi che vanno a morire dopo il volo pre-nuziale.
      Nel XVI sec. vi si ritirò l’eremita Barberius di cui è visibile la grotta

Lungo la S.P. 7 “fondovalle Idice”

  • Villa Malvezzi (ora Macchiavelli Rangone)
  • Villa l’Abbadia
  • Castel dei Britti
  • Monte Armato opera dei monaci greci, 1129

Monterenzio

  • Museo storico della valle dell’Idice
  • Monterenzio Alto
  • Oratorio di S. Andrea
  • Villa di Cassano
    • borgo tre-quattrocentesco con case-torre
  • Caselnuovo di Bisano
    • Chiesa con origini del trecento
  • Bisano
    • Testimonianze della miniera di rame con ingresso visibile in località La Macchina e pozzo di sollevamento del materiale in località La Miniera, attivissima dal 1846 fino al 1902 al cui servizio fu realizzata la fondovalle, da cui la denominazione storica di Via del Rame

Monghidoro

  • Santuario di Campeggio con portale del 1568
  • Oratorio di Madonna dei Boschi
  • Oratorio di Frassineta, 1200

Doveroso ricordare il parco de La Martina, con spunti di interesse nelle vicine formazioni geologiche quali gli ofioliti Sasso di S. Zenobi e Rocca di Cavrenno.

clicca qui!

Il Chiosco

Crescentine e tradizione
a Osteriola di Mercatale

Trattoria Da Carlet

a Monghidoro

Al Vecchio Convento

a Bisano di Monterenzio

Al Lago dei Castori

a Botteghino di Zocca

le mappe stampate sono in alta qualità senza scritte di copyright sovrapposte


i diritti appartengono in esclusiva a Trabisondi (Bologna)
è proibito ogni utilizzo non espressamente consentito dall’autore